Storie del PESsato: Il tedesco dalla fronte di ferro

Intro della storia su Bierhoff

Un mio amico metteva Bierhoff in difesa!

In anni e anni di Play Station, Pes, Iss, Winning Eleven ed altre versioni tarocche del più famoso gioco di emulazione calcistica di cose divertenti ne ho viste tante, alcune più incredibili di altre.

C’erano players che mettevano il gigante Jan Koller ala nell’Udinese perché tanto non segnava mai ma almeno su quel lato nessuno sarebbe mai riuscito a levar palla al troll ceco, c’era chi aveva scovato un giocatore inarrestabile in qualche squadra assurda – mi ricordo il drago John Carew o il razzo Vagner Love, oppure c’era chi si vantava di avere messo Simone Perrotta trequartista anni prima dell’intuizione di Lucianone Spalletti

Insomma la Play Station, oltre a farci giocare migliaia di match e sfide tra amici, ha dato la possibilità ad almeno un paio di generazioni di sognare da allenatori, da strateghi o da cazzoni se preferite…

Il momento di calcio playstationaro più onirico che abbia mai vissuto rimane però uno ed uno solo… Erano le 10 di sera di un lontano pomeriggio di maggio di fine anni ’90, con degli amici stavamo dando vita ad una serie di sfide con le squadre nazionali…

Ad un certo punto, durante un banalissimo Italia-Germania (io avevo l’Italia), al centesimo lancio intercettato dalla difesa tedesca domando al mio avversario: “Ma chi c’hai dietro? Beckenbauer?”. E lui – non curante come se mi stesse rivelando una ovvietà plateale – mi rispose: “E’ Bierhoff, lo metto dietro perché le prende tutte di testa”.

Ogni tanto incrocio ancora quel vecchio amico di infanzia per strada… Oggi fa il rappresentante, è un ragazzo comune e pure simpatico. Difficilmente riesco a salutarlo tutt’oggi senza pensare ad Oliver Bierhoff: me lo figuro ancora là a svettare in posizione di libero e ad annichilire Vieri nemmeno fosse un qualsiasi attaccantino di terza categoria…

Sei anche tu un fantallenatore? Crea la tua formazione con FANTASFIDA e scommetti contro altri fantallenatori

 

  • Show Comments

Your email address will not be published. Required fields are marked *

comment *

  • name *

  • email *

  • website *

Questo sito fa uso sia di cookie tecnici sia di cookie di parti terze. Scopri i dettagli consultando la nostra privacy policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi